idrocolonterapia

Precedente Home Successiva

STORIA

L'idrocolonterapia rappresenta l'espressione moderna del vecchio clistere di cui si  hanno notizie fino dai tempi dell'antico egitto.Ippocrate lo prescriveva in caso di febbre ma risale ai primi del 900 la realizzazione di un sistema più sofisticato per ottenere una radicale pulizia intestinale(enterocleaner di Brosch).  Waddington e Wiltsie,igienisti USA, oltre  a perfezionare le tecniche di irrigazione, in tempi più recenti, ne hanno meglio definito il valore. Forti di migliaia di trattamenti oltre ad evidenziarne la totale innocuità  hanno dimostrato lo stretto rapporto tra cattiva funzionalità dell'intestino e cattiva salute. In Europa Bertholet, Barishac, Shalle e la Kousmine pur con alcuni distinguo sono arrivati alle stesse conclusioni.

PRINCIPI

La eubiosi intestinale rappresenta l'equilibrio tra flora batterica intestinale e ospite,quando questo equilibrio si rompe si parla di disbiosi.La stasi fecale favorisce la disbiosi,determina putrefazione e riassorbimento di sostanze tossiche e mette in crisi il sistema immunitario(placche del Peyer).L'idrocoloterapia,attraverso una totale pulizia ottiene un miglioramento della peristalsi, il ripristino dell'eubiosi ed una rivitalizzazione dell'immunologia intestinale. La flora batterica intestinale è costituita al 95% da anaerobi( batterioidi,bifido,escherichia coli,lattobacilli ed enterococchi )ed al 5% da aerobi (lieviti,proteus,stafilococchi e clostridi).Un perfetto equilibrio tra gruppi e sottogruppi di questi batteri è indispensabile affinché non si creino le condizioni alla proliferazione di germi patogeni .Ad esempio i lattobacilli  rappresentano una naturale barriera "acida" che impedisce la risalita dei germi della putrefazione verso il tenue; in circa un 50% delle disbiosi mancano proprio i lattobacilli. La perdita della omeostasi batteriologica ,assieme ad altri cofattori, innesca una reazione a catena che porta alla fermentazione ,alla putrefazione,al mancato riassorbimento o alla mancata sintesi vitaminica ecc. ecc. e se per  perdura negli anni ,può provocare danni rilevanti talora irreversibili. Per avere una dimensione del problema dobbiamo considerare che la superficie complessiva dell'intestino si aggira intorno ai 300 mq. Di fronte a questi ordini di grandezza è impensabile pensare che una alterazione dell'eubiosi intestinale anche minima non possa avere ripercussioni importanti sullo stato di salute.

ALIMENTAZIONE  STILE DI VITA DISBIOSI

In questi ultimi 50 anni le abitudini alimentari sono drasticamente cambiate in peggio e la vita ed il lavoro stressante hanno contribuito ad aggravare la situazione. Alimenti sempre più raffinati e protetti da conservanti hanno messo e continuano a mettere a dura prova l'organismo che, pur nella sua grande duttilità, non sempre riesce ad adeguarsi e l'aumento considerevole delle malattie cronico-degenerative ne è la prova.  I radicali liberi ,frutto di normali processi metabolici, sono dannosi e richiedono da parte dell'organismo uno sforzo importante per poterli neutralizzare. Tale sforzo può essere coronato da successo solo se il sistema antiossidante [vitamine A,C,E  beta-carotene-carnitina,enzimi,metalli(zinco ,rame,manganese,selenio) ecc. ecc. ]è efficiente. Alimenti raffinati ed impoveriti per giunta assunti in modo caotico e disordinato,abuso di antibiotici ed antiflogistici,abuso di carboidrati  e di zuccheri, determinano gli squilibri che portano alla disbiosi ed alla carenza del substrato. Ripristinare e bilanciare la flora batterica intestinale rappresenta quindi il primo passo importante per rinvigorire da un lato la sintesi delle vitamine,la digestione del lattosio,la neutralizzazione dei sali biliari e della bilirubina,la produzione di antibiotici naturali e dall'altro il ripristino della integrità della mucosa intestinale e la rivitalizzazione del MALT(Mucosa-Associated- Linfoid-Tissue). L'80% del sistema immunitario svolge infatti la sua azione proprio a questo livello e la sua efficienza è di  importanza vitale. La alterata permeabilità della mucosa intestinale consente il passaggio di batteri patogeni  e di tossine.       

  Schematicamente le condizioni anomale del colon determinano

bullet

rallentato transito dei prodotti della digestione

bullet

irritazione della mucosa intestinale

bullet

variazione del pH del contenuto

bullet

diminuzione dei lattobacilli

bullet

proliferazione dei batteri della putrefazione

bullet

presenza di tossine della putrefazione

bullet

presenza di sostanze tossiche dovute alla fermentazione(ac.acetico,CO2,acido ossalico ecc.)

bullet

presenza di parassiti intestinali (candidosi anche nei maschi)

bullet

presenza di muco attaccato alle pareti

bullet

aumento della permeabilità della mucosa intestinale

bullet

maggior assorbimento di tossine da parte dei capillari e del sistema linfatico

bullet

accumulo di medicinali e tossici nel connettivo della mucosa intestinale

che di conseguenza inducono

bullet

Acne,eczemi,malattie allergiche(asma,febbre da fieno,orticaria,ecc). Anemia

bullet

Depressione

bullet

Diarrea o stipsi

bullet

Disfunzioni di fegato ,pancreas e vie biliari

bullet

Esaurimento nervoso associato a mal di testa irritabilità e stanchezza eccessiva.

bullet

Infezione da funghi,specie Candida

bullet

Ipovitaminosi

bullet

Mal di testa specie frontale

bullet

Predisposizione a infezioni ricorrenti per diminuzione delle difese immunitarie

bullet

Reumatismi in senso lato

CHE FARE ?

bullet

Ripulire a fondo l'intestino in cui la stasi fecale ha determinato in molti casi cronici la deposizione sulle sue pareti di incrostazioni putrescenti

bullet

Modificare il più possibile le abitudini alimentari sacrificando i cibi raffinati per una alimentazione naturale,biologica con adeguate quantità di frutta  e verdura fresca e di stagione e quindi un cibo vivo e vitale.

bullet

Assumere ciclicamente fermenti lattici privi di lattosio

bullet

Praticare più movimento e magari dello sport

PERCHE L'IDROCOLONTERAPIA ?

Possiamo dire che oggi sono poche le persone che non ne hanno bisogno. Risulta particolarmente indicato per chi soffre di problemi intestinali o di disturbi che possono essere correlati a un cattivo funzionamento del colon: una delle indicazioni principali è la stitichezza che viene risolta pulendo a fondo l'intestino e ripristinandone la normale funzionalità.
Per garantire una pulizia completa sono necessari almeno 4 lavaggi, a distanza di una settimana l'uno dall'altro. La terapia della stitichezza può richiedere 3 o 4 irrigazioni in più, perché bisogna anche ripristinare la motilità intestinale.
Il lavaggio del colon è efficace anche contro meteorismo e gonfiori, due disturbi provocati dalla disbiosi. In pratica, la pancia si "gonfia" perché le feci fermentano e ristagnano, determinando un assorbimento di sostanze tossiche da parte dell'organismo. L'idrocolonterapia interviene proprio liberando il colon da queste sostanze, ossigenandolo e ricreando così l'ambiente naturale originario.
Intestino e pelle sono organi intimamente legati, perciò questo il trattamento si riflette subito sulla superficie cutanea. La pelle, infatti, è come una spugna e, tra i suoi compiti, ha anche quello di aiutare i reni ad eliminare le tossine dell'organismo; se queste sono in eccesso, la pelle ne risente sviluppando infezioni cutanee, acne e psoriasi.

            COME SI ESEGUE?                                   Viene fatta utilizzando un'apposita apparecchiatura che fa affluire (utilizzando un idoneo presidio da introdurre nel canale anale) acqua calda nel colon del paziente che è steso su un lettino e che contemporaneamente permette al materiale fecale di uscire attraverso un altro tubo che ritorna all'apparecchiatura. L'immissione di acqua e lo scarico dei materiali fecali continua finché l'acqua non fuoriesce pulita, ed una seduta dura circa 30-40 minuti; tutto avviene in un sistema chiuso, estremamente igienico, discreto e senza odori.
Va precisato che l'apparecchiatura per l'idrocolonterapia deve essere professionale e  prodotta da ditte che  offrono la necessaria sicurezza. Solo un'apparecchiatura professionale è dotata di dispositivi che controllano la temperatura e la pressione dell'acqua garantendo la assoluta sicurezza dell'intervento.

Che differenza c'è rispetto a un enteroclisma?

È tutta un'altra cosa. L'enteroclisma utilizza al massimo un paio di litri d'acqua e comporta un'unico lavaggio, mentre in una seduta di idrocolonterapia vengono immessi, in fasi successive, circa 30/40 litri di acqua calda che vanno a riempire tutto il colon.

 CONCLUSIONI

Sia l'enteroclisma che l'idrocolonterapia non sono terapie in grado di risolvere da sole e definitivamente tutti i nostri problemi anche  perché il vero concetto di salute parte da un corretto comportamento quotidiano e non può basarsi su sporadiche azioni meccaniche  eseguite per "mettersi in pace la coscienza". Infatti queste terapie, senza una contestuale e permanente correzione delle cattive abitudini alimentari unita ad un maggiore movimento, servono solamente per un breve periodo.
Ovviamente questo non è un buon motivo per rinunciare  anzi possono rappresentare uno ottimo punto di partenza per "azzerare" una situazione distorta e consentire così  ai fermenti ad agli integratori di poter raggiungere il massimo possibile di efficacia terapeutica. Considerando che nella etiopatogenesi del cancro del colon il prolungato contatto con sostanze tossiche viene chiamato in causa ,l'idrocolonterapia può essere annoverata quale strumento di prevenzione. Sarebbe auspicabile il suo uso generalizzato specie nei soggetti con familiarità di etp colica.Interessante è il suo utilizzo per la preparazione alla colonscopia. Molti pazienti hanno difficoltà ad effettuare la preparazione classica con il SELG o
l'ISOCOLAN  da cominciare il giorno prima. Utilizzando la procedura combinata in meno di due ore possono ottenere una coloscopia condotta in perfetta ed assoluta pulizia fruendo contestualmente dei benefici effetti di un lavaggio terapeutico.

.Precedente Home Successiva

Inviare a [bkgwgu@tin.it] un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.
Copyright © 1999 [GiuseppeGuarneri]. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il: 25-04-05.
ugg ale canada goose suomi moncler sale canada goose takki barbour takki moncler takki timberland suomi canada goose sale parajumpers takit canada goose trillium barbour tikkitakki canada goose ale barbour jacket parajumpers long bear moncler untuvatakki parajumpers takki
cialis 20mg viagra pas cher cialis 20 kamagra gel levitra prix cialis sans ordonnance kamagra gel kamagra oral jelly levitra pas cher kamagra 100mg kamagra oral jelly levitra 20mg
nike store nike skor nike sverige nike air max baratas nike zapatillas nike outlet air max blancas nike factory nike air max blancas nike air max bianche scarpe nike nike air max nere air max bianche nike scarpe nike store cheap nike trainers cheap nike shoes cheap nike air max cheap nike air max 90 nike outlet cheap nike huarache
parajumpers kurtka moncler sale peuterey kurtka damska canada goose warszawa parajumpers outlet canada goose parka canada goose kurtki belstaff kurtka peuterey kurtki damskie barbour polska moncler kurtki parajumpers long bear barbour international peuterey kurtki ugg buty woolrich kurtka woolrich arctic parka belstaff jacket belstaff polska
veste barbour woolrich paris timberland soldes moncler femme barbour homme parajumper homme canada goose chateau parka belstaff soldes parajumpers homme moncler doudoune femme ugg bailey moncler veste barbour veste femme bottes ugg bebe
moncler mujer barbour mujer canada goose madrid barbour outlet timberland madrid botas ugg canada goose outlet moncler hombre moncler rebajas canada goose outlet parajumpers moncler jakke canada goose jakke canada goose jakke